martedì 26 settembre 2017

E un figlio quando arriva?


Domenica scorsa mio marito ed io abbiamo partecipato ad un battesimo della figlia di amici. La cerimonia è stata commovente, la battezzata bellissima, la festa e la nuova famiglia perfette.  Tutto si svolgeva nel paese natio della mia dolce metà, il che significa che c'era una grande possibilità di rivedere persone di cui da tempo, non si hanno notizie.

Ed infatti, fuori dalla chiesa, ci siamo imbattuti in un conoscente di mio marito che parlando dei vari battezzandi, ha infine concluso rivolgendosi al mio partner - "Ed ora tocca a te"-. Immediatamente la nostra risposta all'unisono è stata - "Noi siamo già battezzati!"- che avrebbe in teoria smorzato ogni altro tentativo di indagare oltre. Ma probabilmente il simpaticone non ha colto (spero volontariamente, in caso contrario suggerisco un'integrazione di fosforo alla sua alimentazione). -"Ma no, mi riferivo al fatto di fare anche voi un figlio". In quel momento è scattata la mia vena comica, o probabilmente mi sono ricordata di questo bellissimo video di The Pozzolis Family .
Al che ho risposto che da tempo non riuscivo a dormire, e che come vedeva ero deperita (da notare che il tipo non mi conosceva fino a qualche minuto prima)  proprio per l'ostinazione nel tentare di avere un figlio. E di non insistere con mio marito che già si impegna fin troppo. Ovviamente è stata una risposta comica, dettata dall'esasperazione che un semi-sconosciuto insistente (che sono riuscita comunque a far smettere di chiedere) mi ha portato a dare. Ma è da un mese dopo il matrimonio, che molti si sentono in diritto di chiedere, consigliare e giudicare sulla questione bebè .

credits: http://www.ericadhouse.com/blog


Si va dalla collega che mi invitò a non praticare sport, perchè se sei incinta fa male, non considerando il fatto che mi sarei fermata sicuramente, una volta confermata un'eventuale gravidanza. Oppure l'invito della stessa a non prenotare voli aerei, nemmeno di un'ora, perchè se rimanevo incinta  non sarei potuta partire (nel frattempo sono stata in Puglia, Parigi, Danimarca e Svezia e vi assicuro che non ci sono andata in treno). C'è chi "mi ricorda nelle sue preghiere", anche se ovviamente io non ho chiesto niente a nessuno o che si premura di chiedermi se mio marito ed io "ci stiamo provando abbastanza" (e spero che per puro caso entrino in contatto con il conoscente di cui sopra). Tanti a chiedere, a raccomandarsi di muoverci anche, vista l'età. O ancora ad assicurarci che la cugina dell'ex del fratello, sembrava non potesse proprio averne e poi, quando meno se l'aspettava, ecco il miracolo della vita.

Io mi sono sforzata di ignorare, di sorridere, di minimizzare in tutti questi mesi ( mi sono sposata un anno e mezzo fa). Ma sinceramente mi sono anche rotta le scatole di dover dare risposte divertenti, o di regalare un pallido sorriso di circostanza. Perchè non deve interessare al mondo se mio marito ed io vogliamo o no figliare. E se in caso lo stessimo cercando un bambino, continuare a chiedere e regalarci consigli non richiesti non aiuterebbe affatto, anzi.

La categoria che comunque mi sta più sulle balle  antipatica resta comunque quella dei -"tu non hai figli, non puoi capire"-.  Sono quel tipo di gente che spesso cercano di prevaricare sul lavoro, affibiando a te donna senza figli, orari peggiori, dicendo che hanno problemi "con il bambino" anche se questo ormai è uno studente universitario fuori sede. Sono quelli del -"Beata te che puoi viaggiare"- come se un bambino ti facesse cambiare modo di vivere a tal punto da non poterti permettere nemmeno una settimana fuori, all'anno (cosa che comunque accade anche se sei single, per cause di forza maggiore o perchè non risparmi affatto).
Io non mi reputo una persona estremamente intelligente, ma non credo visto molti esempi pratici, che diventare madre aiuti ad essere più saggia. Credo invece di riuscire a comprendere i sacrifici che tutti i genitori fanno per  il benessere della loro famiglia: sono stata bambina anche io e ricordo come questo fosse al primo posto per i miei genitori.

Non penso diverrò più brillante, se un giorno darò alla luce un bimbo. Imparerò certo, ma forse ho accumulato nel frattempo nei miei anni da non madre, esperienze e conoscenze che mi rendono comunque una persona  consapevole. Certo, al momento ho più tempo da dedicare a mio marito e a me stessa di quello che avrei se dovessi badare ad un figlio, ma questo non fa di me una donna di serie b.

Tutto questo post, è stato scritto per invitare voi gentili lettori, a non chiedere mai ad una coppia senza figli il perchè non abbiano ancora procreato. Lo so che a volte sono frasi buttate lì, senza cattiveria, e che si dicono anche alle persone a cui si vuole bene. Ma noi non genitori, non siamo tenuti a spiegarvi il perchè non vogliamo bambini o il perchè non siano ancora arrivati. Non vogliamo dirvi se ci stiamo pensando o provando oppure se l'idea al momento è ancora lontanissima. Sono questioni private. Vi assicuro perciò, che è decisamente meglio a volte, frenare la curiosità e di conseguenza, la lingua, piuttosto che ferire o infastidire chi in realtà  stimiamo o che conosciamo solo superficialmente.

Spero di riuscire ad aggiornare il blog con maggiore costanza, la voglia di scrivere non mi è mai passata, e sarebbe un peccato non dirlo, vero? : )

2 commenti:

  1. Ciao, mi avevi chiesto cosa pensassi sull'argomento! Scusa il mio commento è tardivo ma come puoi immaginare (anche se non hai bambini, come alcuni ci tengono a rimarcare) la mia agenda di madre è un po' caotica. Una volta ho fatto una pessima figura suggerendo a una conoscente di fare un figlio anziché comprarsi un altro cane, e lei mi rispose che le sarebbe piaciuto ma non riuscivano.
    Ho sperato che la terra si aprisse e mi ingoiasse: da allora non ho mai mai mai più indagato sulle intenzioni altrui.
    Prima che nascesse Elia, ho ricevuto le tue stesse domande e insistenze. Non ho mai risposto per le rime e mi sono limitata a dire "ma sì, prima o poi".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille del tuo parere!!Forse dovrei anche io attuare questa linea di pensiero e rispondere come facevi tu. Ma a volte mi innervosisco 😁

      Elimina

Grazie per il tuo contributo!