venerdì 20 ottobre 2017

#quellavoltache. Per riflettere su Weinstein (e non solo)


Harvey Weinstein il produttore statunitense, uno dei più ricchi e potenti di Hollywood, è ormai caduto in disgrazia. Richia il carcere per aver abusato di diverse donne, nel corso della sua lunga carriera.

Tra le prime a raccontare la violenza perpretatagli, l'italiana Asia Argento, che ha poi subito un processo mediatico durissimo. In primis dall'italica stampa, che non ha lesinato titoli offensivi ed allusivi con tanto di foto infelici sul set di alcuni film della donna. Giornalisti ed opinionisti inoltre si sono dimostrati pronti ad instaurare dubbi, sulla veridicità del racconto. Tanti italiani e italiane  l'hanno martirizzata consecutivamente sui social, forse perchè l'attrice non brilla in simpatia.
Purtroppo, alcune sue dichiarazioni potevano essere fraintese: quello che successe negli anni dopo l'abuso,non era chiaro. L'attrice ha tuttavia smentito il fatto che con il produttore abbia avuto una relazione, dopo la violenza subita. Personalmante le credo, e se anche nel corso del tempo il modo di relazionarsi con Weinstein da parte dell'Argento, fosse cambiato , un abuso subito non può essere cancellato. 

Il noto produttore cinematografico sembrerebbe essere un predatore sessuale seriale, e moltissime attrici si sono fatte avanti per raccontare il suo modus operandi. Perchè proprio ora, e solo contro di lui? Il vento ad Hollywood è cambiato, o a qualcuno fa comodo togliere di mezzo questo pezzo grosso? Oppure finalmente, Weinstein non riesce più ad insabbiare i suoi crimini, pagando e minacciando anche la stampa statunitense?  Qualunque sia la risposta a questa domanda, io credo che una persona del genere, che abusa delle donne da anni, debba essere fermato e incarcerato.

La cosa che più dispiace è che le vittime siano finite un po' tutte nel tritacarne mediatico. Sono attrici ben pagate, belle e con vite apparentemente perfette. Questo però non giustifica il fatto che non possano denunciare una violenza o  un'aggressione, da parte di un maniaco sessuale. Molte di loro erano inoltre giovanissime all'epoca dei fatti, e spesso una vittima non riesce a sottrarsi in tempo ad un abuso, sentendosi poi in colpa e non parlandone più. In un ambiente dove pare, tutti sapessero e nessuno muoveva un dito per fermare il potentissimo produttore.



Tra tutta questa bruttura però, qualcosa che ci fa sperare c'è.  L'hashtag #quellavoltache, lanciato su twitter dalla scrittrice Giulia Blasi . Ovviamente quello che ne emerge non è di per sè, qualcosa di bello, anzi. In Italia, sul lavoro e nella vita privata, migliaia di donne comuni vengono molestate con battute sconce e con avances non gradite. Alcuni uomini allungano le mani, altri arrivano alla violenza vera e propria. Si parla di stupro, di stalking e questo è quello che è successo a tantissime italiane. Ma la cosa che personalmente mi fa sperare, è vedere che molte vittime hanno il coraggio di scriverne, per confrontarsi con altre compagne di sventura. Alcune volte anche, dopo aver denunciato e non aver ottenuto comunque giustizia.

Tutto quello che è uscito da un orrido vaso di Pandora, spero faccia ragionare non solo il cittadino comune, ma anche le istituzioni. In modo che non ci siano più pubblci ufficali ad esempio, che  chiedano  alla vittima cosa indossasse al momento della violenza. Spero inoltre che la voglia di giudicare un'attrice che si è esposta enormemente, passi perchè è Weinstein il colpevole.

Mi auguro che tutte le donne dimostrino un pò di solidarietà ed empatia per una loro simile. Auspico un futuro dove frasi allusive sul come una collega abbia fatto carriera, in modi poco puliti, non vengano più pronunciate. Spero tanto che i molti uomini per bene, che non  mortificano le donne, con battute stupide o comportamenti degradenti, possano aiutarci a creare ambienti di lavoro sani. Insegnamo ai nostri bambini e alle nostre figlie il rispetto, e cerchiamo di crescere una generazione che non debba sopportare più, tutto questo schifo.

martedì 17 ottobre 2017

Youtube: i miei preferiti per il fitness at home


Come vi ho raccontato un paio di settimane fa, ho iniziato ad allenarmi a casa costantemente, vedendo anche i primi, incoraggianti risultati. Come? Seguendo alcuni canali su Youtube. Ovviamente non ero una neofita del fitness, e ho frequentato per molti mesi la palestra, ma personalmente mi trovo meglio ora. Il mio consiglio è comunque quello di non partire da zero, anche se le youtuber che vi sto per presentare, sono  brave a far sembrare ogni allenamento molto semplice. Ed in realtà, se eseguiti correttamente questi esercizi sono meno difficili di quello che si crede. Ad ogni modo, ancora una volta: non partite da zero, con il rischio di farvi male.


Un altro accorgimento è quello di iniziare con pochi attrezzi: io ho comperato solamente un tappettino, e come pesi, uso le bottiglie d'acqua (ovviamente piene). In futuro non escludo di allargare la mia collezione di attrezzaure, ma per il momento va bene così. Ma ora, bando alle ciance, ed ecco a voi la mia selezione di canali Youtube, per praticare fitness at home.
  • Lumowell questo account presenta moltissimi workout, spiegati piuttosto bene. Per facilitare la comprensione, sono stati creati un avatar femminile e maschile che mostrano come vanno eseguiti gli esercizi. Una voce fuori campo spiega e controlla il tempo per tutta la durata della sessione di allenamento e durante gli intervalli di riposo. Esiste una versione anche in italiano di questo canale.
  • Rebecca-Louise -"Hi! I'm Rebecca Louise"- è il semplice ma riconoscibile modo di presentarsi di questa istruttrice, molto brava. Mi è simpatica e questo non è affatto un aspetto secondario: provate a seguire i video di qualcuno che non vi piace, e poi mi fate sapere! I suoi work out sono  efficaci, e ne potete trovare altri anche su xfit-daily . Mi piacciono in particolar modo quelli dedicati alle celebrity e trovo molto comodo che ci siano già delle playlist divise per gruppi muscolari.
  • POPSUGAR Fitness anche in questo caso moltissimi allenamenti, della durata un po' più lunga rispetto ai precedenti canali. In ogni video l'istruttrice Anna Rendereresegue il workout con un'assistente che mostra le semplificazioni degli esercizi e spesso con altre fitness star come ospiti. Ho apprezzato molto il video con Cassey Ho di Blogilates , anche se il giorno dopo è stata dura! Seguo a volte anche quest'ultimo canale, ma per il pilates, non mi azzardo a fare da sola in casa.
Cassey Ho e Anna Renderer (sullo sfondo). Credits: www.popsugar.com
  • Lucy Wyndham-Read questa dolce e bionda fitness expert, vanta 25 anni di esperienza, e i suoi video sono sempre facili da eseguire. Nel suo canale si possono trovare anche dei workout per fare indoor walking, molto utili se siete dei beginner.
  • Fixfit un canale italiano che seguo volentieri. Ci sono vari allenamenti, per tutti i livelli da fare a casa. Utile se non vi va di ascoltare le spiegazioni in inglese e se magari volete per un giorno, provare la ginnastica dolce ( c'è anche quella nelle varie playlist).
  • Pahla Bowers questa istruttrice parla tantissimo durante i suoi video, e mi chiedo come ci riesca. Ma lo fa con un sorriso enorme stampato in viso, e questo me la rende simpatica. Le playlist del canale sono divise per tipo di allenamento e durata. Alcuni workout si eseguono anche da seduti, e li trovo molto utili per quando sono stanca. Una sezione è dedicata a chi si vuole preparare per la corsa a livello agonistico.
  • TiffanyRotheWorkout è la prima che ho seguito, e tutt'ora uso i suoi allenamenti per tenermi in forma. Se l'inglese non è il vostro forte, ci sono sempre i video tradotti in spagnolo. Quello che ho apprezzato di questa fitness guru è il fatto di essersi mostrata in video a pochi mesi dal parto, quando doveva ancora ritornare al suo peso forma. L'ho trovato molto incoraggiante come atteggiamento, in un mondo che ci vorrebbe tutte perfette, e subito. Mi piacciono inoltre  i suoi consigli sull'alimentazione.
  • Tone It Up ovvero Katrina e Karena. Queste due istruttrici sono belle, simpatiche e molto glamour. Insomma, mi viene voglia di allenarmi, per essere come loro (almeno in parte!). Nel canale trovate oltre a sessioni di allenamento, anche consigli e ricette per una vita sana e video con altre fitness guru.
 Katrina e Karena. credits: www.mytoneitup.com

Mi rendo conto che molti di questi workouts sono piuttosto semplici per chi si allena in palestra, ma su di me questo metodo ha funzionato. Ho citato tanti canali gestiti da donne, ma in alcuni di quelli che seguo, come Lumowell e Fixfit, ci sono allenamenti piuttosto utili anche per i maschi

Molti fitness guru tra quelli da me elencati, hanno un sito internet dove vendono e-book, oppure un'app sempre per allenarsi o ancora dei programmi mirati. I video che però seguo, sono sempre gratuiti e qual'ora ci siano prodotti (anche le semplici proteine) sponsorizzati, io non li ho mai comperati. Questo post si limita perciò solo a dare dei consigli a livello di video da seguire per allenarsi.

Spero  vi sia comunque utile, e in futuro potrei aggiornare la lista, se scoprirò altri canali youtube per il fitness at home!